Indice del forum TUTTOLOGY
Tutta la qultura che hai sempre desiderato - All the qulture you've always been looking for
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Viaggio in Mali 1-9 Aprile 2010
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Viaggi itineranti - Tours
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Ven 22 Settembre 2017 23:12:40    Oggetto: Ads

Top
Tarla
Ammestruologa
Ammestruologa


Registrato: 07/11/06 01:14
Messaggi: 6323

MessaggioInviato: Ven 9 Aprile 2010 16:23:55    Oggetto: Rispondi citando

Ma la guida Margot era una pantedonna?

Che meraviglia...


Arrivato a casa?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Roberta
Dottor Tuttologo
Dottor Tuttologo


Registrato: 14/11/06 12:45
Messaggi: 1399
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Ven 9 Aprile 2010 16:52:43    Oggetto: Rispondi citando

Tarla ha scritto:
Ma la guida Margot era una pantedonna?



forse lo era una volta, poi è andato a Casablanca ma per l'emozione del cambio del sesso, si è dimenticato di cambiare il nome....non ti dico le risate che mi sono fatta quando ho saputo il nomeeeee

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Luciano
Minimologo
Minimologo


Registrato: 30/10/07 22:45
Messaggi: 54
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Ven 9 Aprile 2010 17:13:38    Oggetto: Rispondi citando

Sono tornato... è andato tutto non bene, ma benissimo... è stata un'esperienza profonda al di sopra delle aspettative. Appena ho un attimo posto le foto e vi racconto qualcosa

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Luciano
Minimologo
Minimologo


Registrato: 30/10/07 22:45
Messaggi: 54
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Sab 10 Aprile 2010 10:30:43    Oggetto: Rispondi citando

Sono rientrato ieri da 8 giorni in Mali, il viaggio è andato come previsto e sono rimasto fortemente affascinato e forse ancor più incuriosito di prima da questo paese. Un viaggio nel Mali è anche un viaggio nel tempo, più che su un aereo, mi sembra di essere salito su un'astronave che mi ha portato in un'altra dimensione... so che possono essere parole stupide o molto scontate, ma non riesco a trovare espressioni diverse per descrivere la sensazione che ho provato sia durante il viaggio e sia ora che sono tornato alla vita normale. La cosa che certamente mi ha colpito di più di tutto il viaggio è stata la spontaneità delle persone le quali, pur nella loro povertà, sono disposte a condividere con te tutto quello che hanno: è stata un'esperienza davvero profonda che ti fa vedere in modo diverso le cose completamente inutili che circondano la nostra vita, delle quali crediamo di non poterne più fare a meno.

Il viaggio è iniziato il 1 aprile con un volo Airfrance da Milano a Bamako via Parigi (leggermente più costoso rispetto all'alternativa Royal Air Maroc, ma molto più comodo per gli orari e le coincidenze). Una volta aperto il portellone dell'aereo ed iniziato a scendere la scala, nonostante fossero le 20 passate, ho avuto la sensazione che qualcuno mi stesse facendo uno scherzo soffiandomi addosso con un phon gigante... in realtà erano 38 gradi, una temperatura normale per il Mali nel mese d'aprile.

Giunto in aeroporto ho incontrato Assou, il direttore della
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

di Bamako, che mi ha presentato l'autista e la guida. Non si trattava di una partenza di gruppo, ma di un viaggio organizzato ad hoc per me in base alle cose che mi interessava vedere ed ai giorni a disposizione. Pertanto, il "gruppo" era composto solo da me, dalla guida e dall'autista ed avevamo a disposizione una toyota 4x4.

Dopo il primo pernottamento a Bamako, la mattina seguente si parte subito per Mopti: per le condizioni di guida occorre coprire l'intero tragitto di 640km in presenza di luce diurna. Fortunatamente la strada è tutta asfaltata, anche se un pò stretta e con la segnaletica molto molto "optional". Oggi la temperatura massima si attesta nelle ore centrali del giorno a +43 gradi e tutto questo nonostante il sole fosse velato da una coltre di polvere e di sabbia.

La strada attraversa la piatta savana africana, in questa foto, una persona sembra vagare nella polvere rovente di una torrida giornata d'estate

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Dal finestrino dell'auto è un continuo susseguirsi di piccoli villaggi dove le persone sono impegnate nella loro vita quotidiana...

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



...nonchè di maestosi alberi di Baobab che mi hanno accompagnato per tutto il viaggio

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



In tarda serata giungo a Mopti, la destinazione del giorno, attraversando una vasta pianura alluvionale alla periferia della città. Attualmente questa pianura è completamente secca in quanto ci troviamo al culmine della stagione asciutta, così tutta l'area ospita degli insediamenti umani provvisori e pascoli che verrano cancellati dalla prossima inondazione. Con il loro cammino, gli animali sollevano una grande quantità di polvere


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




TO BE CONTINUED...

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Luciano
Minimologo
Minimologo


Registrato: 30/10/07 22:45
Messaggi: 54
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Sab 10 Aprile 2010 10:31:06    Oggetto: Rispondi citando

Giunto a Mopti, dopo aver posato lo zaino all'Hotel Kanaga, faccio una breve crociera sul fiume Niger. Mopti è una città molto importante del Mali, in quanto si trova sulla confluenza di due grandi fiumi, ed ha un importantissimo porto fluviale. Il fiume costituisce anche una sorta di luogo di ritrovo, dove le persone si fanno il bagno e ci lavano di tutto, dagli animali, alle macchine, ai camion.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Il giorno seguente visito la grande moschea di fango...


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



...poi visito il mercato del sale, che mi ha affascinato tantissimo: il sale grezzo ha l'aspetto di grosse lastre di marmo e, almeno toccandolo, ha anche la stessa consistenza. Queste lastre vengono trasportate dalle miniere nel deserto del Sahara fino a Timbuctu dalle carovane di cammelli (o talvolta anche con i camion) qundi da Timbuctu raggiungono Mopti attraverso qualche giorno di navigazione sul fiume Niger. Qua il sale viene "lavorato", tagliato in pezzi più piccoli (me ne sono comprato uno!!!! non vi dico che peso nello zaino!!!!) venduto, o comunque esso continua il suo viaggio verso la destiazione finale


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Visito poi l'affollatissimo mercato della frutta, della verdura e del pesce, dove una visione dall'alto da un'idea di massima del gran numero di persone che lo frequentano


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Presso il porto di Mopti esiste una fabbrica dove vengono prodotte le piroghe in legno a mano (oltretutto bellissime... questa zona viene chiamata da loro anche la "Venezia" del Mali!). In questa foto, un operaio sta unendo alcune tavole alla base. Nei punti di giunzione viene inserito del cotone il quale, espendendosi a contatto dell'acqua assicura l'impermeabilità. Una volta terminata, la piroga viene verniciata utilizzando spesso vernici naturali.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Nello stesso posto sono presenti i fabbri che lavorano il ferro per produrre arpioni, ami ed altri articoli per la pesca


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Il grande porto fluviale di Mopti con le sue innumerevoli piroghe


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




TO BE CONTINUED...

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Roberta
Dottor Tuttologo
Dottor Tuttologo


Registrato: 14/11/06 12:45
Messaggi: 1399
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Sab 10 Aprile 2010 17:07:57    Oggetto: Rispondi citando

Uè bestiaccia, nemmeno un ringraziamento per i miei aggiornamenti sempre precisi, perfetti e serissimi

e non tirare fuori la scusa che sei fuso dal fuso nè

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Tarla
Ammestruologa
Ammestruologa


Registrato: 07/11/06 01:14
Messaggi: 6323

MessaggioInviato: Sab 10 Aprile 2010 22:14:19    Oggetto: Rispondi citando

Roby: la storia di Margot... Ahahahahah!

Luciano: come sempre dev'essere stata un'esperienza fantastica. Com'è stato l'adattamento all'ambiente? Tu ci passi dalla Groenlandia all'Africa!!!
Da quello che ho intuito dal racconto, anche qui mica dev'essere facile convivere con il clima, o sbaglio?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Tarla
Ammestruologa
Ammestruologa


Registrato: 07/11/06 01:14
Messaggi: 6323

MessaggioInviato: Sab 10 Aprile 2010 22:16:11    Oggetto: Rispondi citando

Roberta ha scritto:

e non tirare fuori la scusa che sei fuso dal fuso nè

...E tra voi due sembra che la fusione sia a un buon punto! hehe

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Luciano
Minimologo
Minimologo


Registrato: 30/10/07 22:45
Messaggi: 54
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Dom 11 Aprile 2010 9:14:11    Oggetto: Rispondi citando

Tarla ha scritto:
Roby: la storia di Margot... Ahahahahah!

Luciano: come sempre dev'essere stata un'esperienza fantastica. Com'è stato l'adattamento all'ambiente? Tu ci passi dalla Groenlandia all'Africa!!!
Da quello che ho intuito dal racconto, anche qui mica dev'essere facile convivere con il clima, o sbaglio?


La temperatura nelle ore centrali della giornata, più o meno dalle 10 alle 17, era compresa fra 40 e 45 gradi all'ombra. Ovviamente era molto asciutto, ma 45 gradi sono pur sempre 45 gradi, è inutile raccontarsi la favoletta che "tanto non è afoso"!!! Oltretutto l'acqua che ti porti dietro diventa come se fosse uscita dal rubinetto dell'acqua calda, ma nonostante questo bisogna assolutamente bere almeno un paio di sorsi ogni 2-3 minuti.

Nonostante queste condizioni, ho avuto qualche problema solo il primo giorno, quando ho fatto il trekking per discendere la falesia e camminare tra i vari villaggi Dogon. Alla quarta ora di trekking mi sentivo un pò affaticato... mi sono seduto per terra e ed a un certo punto, il cielo è diventato bianco... vedevo le stelline. Improvvisamente mi appare lui... l'arcangelo gabriele, in tutto il suo splendore, che mi dice:

"Luciano... beva!!! beva!!! beva!!!... e si goda questo fantastico trekking che sogna da tanto tempo..." Sentivo anche la musichetta del film di Fantozzi "PARAPAPA PARAPA PARAPA, PARAPAPAPARAPARAAAAAAA, PARAPA, PARAPA, PARAPARAPA, PARAPAAAA PARAPARAAAAAAA", mi sembra che suonassero anche delle campane (o dei campanellini... non so)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Poi la guida mi ha buttato dell'acqua (rovente) in testa e dopo essere stato sdraiato qualche minuto, è passato tutto...

Nei giorni successivi non ho avuto più nessun problema, forse dovevo solo abituarmi alla differenza di temperatura tra Milano e Bandiagara Mr. Green e magari bere un pò di più. Comunque sia, il caldo estremo lo trovo più "fastidioso" e problematico del freddo estremo, certamente preferisco stare a -25 piuttosto che a +45.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Luciano
Minimologo
Minimologo


Registrato: 30/10/07 22:45
Messaggi: 54
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Dom 11 Aprile 2010 12:18:57    Oggetto: Rispondi citando

Il viaggio continua oggi verso il villaggio Dogon di Sangha, in cima alla falesia. Per arrivarci da Mopti sono necessarie circa 3 ore in 4x4, delle quali 2 ore sono su strada non asfaltata con una buona quantità di dossi e buche. Anche oggi la temperatura, dopo le 10, si assesta sui 43 gradi.

A Sangha visito la casa del sindaco (Hogon) che è incaricato di tutte le funzioni religiose e propiziatorie per l'agricoltura, e rappresenta sempre l'uomo più anziano del villaggio. La sua importante carica istituzionale gli impone parecchi tabù, per esempio non può lavarsi per tutta la vita e non può essere toccato da nessuno, neanche dalla moglie o dai figli.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Faccio una passeggiata lungo un viale costeggiato da stupendi baobab, sotto uno dei quali io sono un puntino irriconoscibile


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Inizio quindi un trekking sotto una atmosfera rovente, verso il bordo della falesia. Essendo al culmine della stagione secca, il paesaggio ha un aspetto estremamente arido, che mi ricorda più un precedente viaggio in Libia nel cuore del Sahara, piuttosto che la savana meridionale africana. Il cammino da Sangha verso il bordo della falesia dura circa un paio d'ore e, vista la stagione ed il forte caldo, la guida porta una considerevole quantità di acqua:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Giunto al margine della falesia, stordito dal caldo, bevendo acqua che ormai ha raggiunto e superato la temperatura ambientale, si apre improvvisamente davanti ai miei occhi uno spettacolo eccezionale che nessuna foto può rendergli giustizia: l'altipiano sul quale sto camminando si "spacca" improvvisamente, aprendo una vista sulla savana sottostante che si estende all'infinito, fin dove lo sguardo arriva a vedere, in uno dei paesaggi africani più incredibili che abbia mai visto:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Scendo sotto la scarpata attraverso un percorso di trekking non troppo difficile, dove si apre davanti ai miei occhi un altro spettacolo incredibile: la parete verticale di roccia arancione è costellata di antichi edifici (case e granai) costruiti dentro gli interstizi naturali presenti sulla roccia stessa. Questi edifici sono stati datati dagli archeologi come risalenti fino a 2350 anni fa. Gli edifici venivano raggiunti attraverso corde fabbricate con la corteccia di baobab, che venivano fatte passare in appigli di legno fissati nella roccia. Alla base della parete a strapiombo sono invece presenti i moderni edifici Dogon, granai e case, fatti interamente in argilla, che hanno sembianze umane (la disposizione dei pali di legno di sostegno sembrano messi a formare occhi, naso e bocca).


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



TO BE CONTINUED...

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Luciano
Minimologo
Minimologo


Registrato: 30/10/07 22:45
Messaggi: 54
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Dom 11 Aprile 2010 12:19:17    Oggetto: Rispondi citando

Dopo aver attraversato tutto il villaggio Dogon, scendo fino alla pianura sottostante, dove posso osservare la falesia dal basso. Una jeep 4x4 mi porta rapidamente verso un altro villaggio Dogon nelle immediate vicinanze.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Durante il tragitto c'è un piccolo diversivo: una pozza d'acqua ospita decine di coccordilli. Mi fermo ed ho la fortuna di assistere ad un evento molto curioso: mamma coccodrillo che prende il cuccolo fra le sue fauci, per difenderlo da un altro coccodrillo (una scena che fino ad ora evevo potuto assistere solo attraverso i documentari in TV)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Raggiungo il successivo villaggio Dogon e faccio una passeggiata attraverso i numerosi granai


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Poi mi accorgo della presenza di un edificio con la forma della porta particolarmente curiosa che sembra una impronta di un piede


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Passo davanti ad un toguna, una costruzione che consiste in una tettoia sorretta da alcuni pali. Questa si trova generalmente nella piazza centrale del villaggio ed ha funzione di ritrovo con le altre persone, o anche solo per trascorrere un momento al fresco ed al riparo dal sole


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Le caprette pascolano libere tra il villaggio, condividendo gli stessi spazi usati dalle persone


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ancora altri granai, con il loro tipico "cappello" in materiale vegetale:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Assisto infine ad una interessantissima danza in maschera Dogon che viene organizzata apposta per me, l'unico turista di questo giorno. Il denaro ricavato dalla danza va nella cassa comune del villaggio. In questa foto, alcuni danzatori si esibiscono sui loro trampoli


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



TO BE CONTINUED...

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Luciano
Minimologo
Minimologo


Registrato: 30/10/07 22:45
Messaggi: 54
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Dom 11 Aprile 2010 12:19:45    Oggetto: Rispondi citando

Il viaggio è giunto ora al suo "culmine", si fa quindi "retro-front" facendo però un giro diverso rispetto all'andata e visitando altri luoghi ed altre città. Visito questo antico insediamento Dogon, con gli edifici in uso fino a qualche anno fa, dove la guida mi fotografa con un turbante stile tuareg


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Al tramonto visito Songho, un villaggio nelle immediate vicinanze di Bandiagara, dove una vista dall'alto permettere di riconoscere i granai (edifici con il tetto di paglia) rispetto alle abitazioni (edifici con il tetto piatto). Anche in questo caso il materiale principale utilizzato per edificare, è il fango secco


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Assisto ad una cerimonia post-circoncisione. La circoncisione è considerata una sorta di iniziazione per i ragazzi in giovane età e tutto il rituale dura 21 giorni. Durante questo periodo, tutte le donne devono lasciare il villaggio, mentre i ragazzi vengono tenuti giorno e notte ai piedi di una grotta dove cantano, ballano suonando strumenti, e disegnano graffiti sulla roccia.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Visito la scuola del villaggio, una angusta aula ricavata dentro un edificio d'argilla


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



TO BE CONTINUED...

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Luciano
Minimologo
Minimologo


Registrato: 30/10/07 22:45
Messaggi: 54
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Dom 11 Aprile 2010 12:20:01    Oggetto: Rispondi citando

Il viaggio prosegue oggi verso Djenne, la mitica città di fango, che si trova su una vera e propria isola formata dal fiume Bani e dalle sue innumerevoli ramificazioni. Non esistono ponti verso la "terraferma", così l'ultimo tratto alle porte della città, deve essere percorso sopra un traghetto che trasporta di tutto... persone... turisti con le loro 4x4... carretti trainati dagli asini... caprette...


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



La famosa moschea di fango di Djenne è l'edificio in terra cruda più grande del mondo ed è partimonio mondiale UNESCO. Attualmente si trova in manutenzione, operazione che viene fatta annualmente per riparare il fango portato via dalla pioggia, ma soprattutto manualmente, dagli operai che scalano la facciata aggrappandosi ai pali di legno


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Visito Djenne proprio in occasione del caotico mercato del lunedì, che si tiene nella grande piazza davanti alla moschea. Camminare dentro il mercato si rileva un'impresa piuttosto ardua (ed ancor più riuscire a scattare qualche foto decente) per la folla, gli spazi angusti tra le varie bancarelle e la temperatura che oggi raggiunge i 45 gradi all'ombra. Le persone, venditori ed acquirenti, giungono a Djenne tutti i lunedì dagli angoli più disparati del Mali, molti da centinaia di chilometri, per fare qualche buon affare... magari anche solo un semplice baratto, che per loro è una importante forma di commercio.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Faccio poi una passeggiata fra le vie della città, dove gran parte degli edifici sono fatti anch'essi in terra cruda


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Gli edifici richiedono una manutenzione costante, e non è raro vedere tra le strade cataste di mattoni in terra cruda pronti per essere utilizzati


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Questa costruzione, anch'essa in mattoni crudi, e' una toilette. Il bagno vero e proprio e' sopra il tetto, mentre l'edificio stesso funziona da cisterna per contenere i liquami. Quando la cisterna si riempie, viene scavata una fossa profonda alcuni metri alla base della costruzione, al fine di farci defluire dentro tutti i liquami, poi si chiude lo scavo con del terreno. Al prossimo ciclo di svuotamento, i liquami ormai decomposti provenienti dallo svuotamento precedente vengono estratti ed utilizzati come fertilizzante, creando nuovo spazio nel sottosuolo per contenere i liquami piu' recenti.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Nessun commento...


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Un piccolo diversivo tra mattoni di fango... mercati... e persone purtroppo molto povere: una bellissima lucertola della lunghezza di circa 25cm coda inclusa, che si può incontrare spesso in questa zona del Mali:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



In serata tutte le persone che sono state al mercato, caricano le loro merci (nonchè se stessi) sui camion o su qualunque altro mezzo di trasporto, che talvolta arriva ad avere un carico umano impressionante, e torna presso il proprio villaggio da qualche parte nel Mali


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



TO BE CONTINUED...

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Luciano
Minimologo
Minimologo


Registrato: 30/10/07 22:45
Messaggi: 54
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Dom 11 Aprile 2010 12:20:23    Oggetto: Rispondi citando

Questo splendido viaggio sta volgendo al termine e rientrando verso Bamako, faccio una sosta di un giorno a Segou, dove visito l'interessantissimo istituto artistico di pittura tradizionale su stoffa. Mi ha talmente affascinato, che mi hanno fatto venire voglia di fare un corso completo da qualche parte... il bello è che la guida mi aveva avvisato "guarda che poi potresti aver voglia di cambiare lavoro quando torni in italia!" Tutto il processo è fatto con prodotti naturali e non esistono processi chimici artificali o sostanze chimiche industriali. La stoffa viene fatta con ottimo cotone coltivato e tessuto in Mali, mentre le tinte vengono ricavate con vari processi di macerazione di foglie o cottura di alcune cortecce d'albero. Il nero viene ricavato addirittura dal fango del fiume Niger. In questa foto, un artista sta lavorando sulla sua stoffa:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'insegnante di pittura mi fa fare un esperimento: con un pennello stendo l'argilla presa dal fiume Niger sopra un pezzo di stoffa precedentemente trattata con un colorante giallo derivante dalla macerazione di certe foglie. Disegno il simbolo del cammello (a sinistra), che significa "colui che viaggia". A destra metto il simbolo del coccodrillo, che e' simbolo di vita. Infine scrivo il mio nome in basso. Una volta lavata via l'argilla eccedente (che e' grigio-chiara) resta stampato nella stoffa, in un nero molto intenso, tutto quello che avevo disegnato e scritto. E' affascinante... è come una sorta di "magia" e la cosa bella è che combinando tra loro varie tecniche in molteplici passaggi diversi, si ottengono anche diversi risultati che nessuno relazionerebbe mai ad un lavoro fatto interamente a mano senza usare prodotti industriali.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Un pò di shopping... (come mi pento di essere andato in Mali solo con un piccolo bagaglio a mano...)


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Il giretto a Segou prosegue con la visita ad un antico quartiere Bambara, considerato la capitale di questa etnia stessa. Nella foto, una donna ricama un kalabash (non so come si scrive esattamente) ovvero un contenitore ricavato dal guscio di una cucurbitacea:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Infine faccio una passeggiata lungo il fiume Niger dove attendo il tramonto e scatto una delle foto preferite di tutto il viaggio...


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Il giorno dopo, un comodo Airbus A330 mi riporta alla vita quotidiana in Europa. E' stato un viaggio bellissimo, che sono contento di aver fatto. Ero andato in Mali soprattutto per il paesaggio della falesia e perchè incuriosito dagli edifici in argilla, poi però ho scoperto anche il lato "umano" del viaggio, di questa gente e della loro cultura così lontana dalla nostra, che si è rilevato poi la parte più affascinante e soprendente di tutto il viaggio.

THE END

Se siete interessati a vedere più foto (ne ho 230) potete trovarle nella pagina web ufficiale che ho preparato a questo link:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ovviamente se avete qualunque domanda... sono a disposizione qua.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Roberta
Dottor Tuttologo
Dottor Tuttologo


Registrato: 14/11/06 12:45
Messaggi: 1399
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Dom 11 Aprile 2010 21:04:32    Oggetto: Rispondi citando

Luciano ha scritto:



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.





STO MALISSIMO, NON MI RIPRENDERO' MAI PIU'

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Viaggi itineranti - Tours
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
Pagina 2 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001 - 2005 phpBB Group
Theme ACID v1.5 par HEDONISM
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 0.384