Indice del forum TUTTOLOGY
Tutta la qultura che hai sempre desiderato - All the qulture you've always been looking for
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Il diluvio universale

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze umanistiche - Human Sciences
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mar 22 Agosto 2017 8:10:30    Oggetto: Ads

Top
nulla
Superiologo
Superiologo


Registrato: 07/11/06 18:54
Messaggi: 122

MessaggioInviato: Gio 1 Febbraio 2007 18:40:32    Oggetto: Il diluvio universale Rispondi citando

Platone scriveva che Atlantide era stata sommersa
diecimila anni prima
della sua epoca.
La Bibbia, non cita la data del diluvio universale,
e, date di fantasia,
sono fornite dagli infiniti miti del diluvio, che
vanno dalla Grecia al
popolo dei Navaios, passando per Babilonia.
Ma adesso sappiamo che diecimila anni prima di
Platone, i mari si erano
alzati di 120 metri. Ed il tutto deve essere
avvenuto in un tempo
relativamente ristretto. Vari indizi parrebbero
indicarlo. Ad esempio i
mammut congelati, schiacchiati non si sa da cosa,
con erba di zone
temperate nello stomaco ritrovati in Siberia.. La
Siberia, in epoca
glaciale, doveva essere più fredda di adesso. come
facevano i Mammut a
viverci? e come mai si sono congelati nel periodo di
sglaciazione? Chi
li ha schiacciati? L'unica risposta plausibile
sarebbe una terribile
onda d'urto di alluvione. che li ha investiti
schiacciandoli e poi li ha
trasportati per migliaia di chilometri fino nelle
ghiacciate lande
siberiane dove si sono immediatamente congelati.
Ma se anche fosse successo in cento anni, in quel
periodo, la portata
media dei fiumi dovrebbe essere stata dieci volte il
normale, cento anni
di alluvione continua, con eventi climatici
catastrofici, ed il mare che
pian piano veniva avanti, che sommergeva isole, che
isolava gruppi di
umani e animali e poi pian piano li sommergeva. Un
terrore che non si è
più dissolto dalla mente degli uomini, che trasmesso
oralmente per
settemila anni, è stato posto per iscritto in forma
mitologica appena fu
inventata la scrittura.
Con l'effetto serra, adesso stiamo correndo un
rischio identico, anche
se il potenziale attuale di innalzamento dei mari, è
solo di ottanta metri.

_________________
Nulla
Top
Profilo Invia messaggio privato
paguro
Dottor Tuttologo
Dottor Tuttologo


Registrato: 20/12/06 13:31
Messaggi: 1043
Residenza: Como

MessaggioInviato: Ven 2 Febbraio 2007 8:51:16    Oggetto: Rispondi citando

La glaciazione e i fenomeni ad essa connessi mi hanno sempre affascinato sin dai tempi delle medie e ancora oggi quando se ne parla mi sembra di sentire racconti "mitologici", se poi penso che potrebbe accadere di nuovo un brivido mi corre su per la schiena e mi sento un senso di sgomento.

Sarebbe ora che i popoli della terra inizino a prendere la cosa molto più sul seri odi quanto si faccia adesso, a partire dai veicoli che ogni giorno intasano l'aria, continuando con la ricerca di fonti di energia alternative e finendo con la progettazione di case energeticamente indipendenti tramite l'utilizzo, quantomeno, di pannelli fotovoltaici e solari....

Ma ci vorrebbe una classe politica più interessata a queste cose che non alla poltrona che occupa...

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



...si carta cadit, tota scientia vadit!
Top
Profilo Invia messaggio privato
nulla
Superiologo
Superiologo


Registrato: 07/11/06 18:54
Messaggi: 122

MessaggioInviato: Dom 4 Febbraio 2007 20:38:37    Oggetto: Rispondi citando

Glaciazioni e sglaciazioni sono cicliche. Ma il rischio naturale di quest'epoca, dovrebbe essere la glaciazione, non la sglaciazione.
Infatti, quando avvenne l'ultima sglaciazione, il punto di minima distanza dalla terra dal sole, cadeva il cinque Luglio. Adesso cade esattamente all'opposto: il cinque Gennaio.
Per prodursi una glaciazione, non ha importanza la rigidità dell'inverno, ma la temperatura estiva. Inoltre riguarda solo l'emisfero settentrionale dato che in quello meridinale, l'antartide è in una posizione che lo fa rimanere sempre ghiacciato, e gli altri continenti sono troppo lontani e sottili per subire una glaciazione.
Quindi, nell'emisfro settentrionale, quando l'estate cade con il sole alla massima distanza della terra, la tendenza è di avere estati un po' meno calde, può quindi accadere in concomitanza magari con altri eventi (esempio eruzioni vulcaniche che raffreddano l'atmosfera con le loro ceneri) che per un anno il limite delle nevi perenni si sposti a sud. Su questa neve poi ne cadrebbe dell'altra nell'inverno successivo, rendendola più spessa e non scioglibile dal sole. Inoltre, l'effeto albedo tenderebbe a rendere più freddo tutto il clima terrestre, cosa che potrebbe indurre ad ulteriore spostamento a sud delle nevi perenni, con ulteriore aumento dell'effetto albedo, scatenando così la glaciazione. Questo sarebbe il rischio naturale della nostra epoca. L'effetto sglaciazione si ha invece quando con la concomitanza: Estate- minima distanza dal sole, le estati sono molto più calde, tendendo a spostare a nord il limite delle nevi perenni, diminuendo rapidamente l'effetto albedo e portando alla sglaciazione.
Entrambi i fenomeni, avvengono in tempi relativamente brevi, con effetti disastrosi. Infatti, il fatto che tutti gli antichi popoli della terra, ricordino un alluvione gigantesca, indica che è succusso un disastro di portata planetaria talmente catastrofico da resistere per millenni nella memoria umana.
Con l'effetto serra, stiamo artificialmente causando un rischio sglaciazione.
Le nevi perenni, lentamente arretrano. finché è poco, la diminuzione dell'effetto albedo è irrilevante. Oltre un certo limite diverrà consistente, scatenando una reazione a catena con catastrofico innalzamento dei mari.
Ciao
Stefano.

_________________
Nulla
Top
Profilo Invia messaggio privato
paguro
Dottor Tuttologo
Dottor Tuttologo


Registrato: 20/12/06 13:31
Messaggi: 1043
Residenza: Como

MessaggioInviato: Lun 5 Febbraio 2007 10:30:10    Oggetto: Rispondi citando

Quindi se nella nostra epoca ci trovassimo nella situazione in cui il sole si trova alla minima distanza dalla Terra in Estate, l'effetto serra e quindi il pericolo sglaciazione sarebbe ancor più accentuato?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



...si carta cadit, tota scientia vadit!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Pegaso
Dottor Tuttologo
Dottor Tuttologo


Registrato: 23/01/07 16:55
Messaggi: 1642
Residenza: Pedrengo (BG)

MessaggioInviato: Sab 28 Luglio 2007 20:32:26    Oggetto: Rispondi citando

Non so xchè tu non hai piu' avuto risposta.
Forse se congelata da queche parte .
Comunque queste affermazioni sono solo delle ipotesi e quindi come tali a libera interpretazione(anzi facciamo juvepretazione che è meglio )
Io non mi preoccuperei troppo xche' credo che oggi abbiamo i mezzi e la testa x affrontare qualsiasi catastrofe planetaria (o quasi) si abbatarà sul genere umano!!!!!!
Certo non si può negare che la stessa testa e gli stessi mezzi stanno facendo si che il nostro pianeta si stia surriscaldando assai!!!!!

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


5 e basta!!!!
Top
Profilo Invia messaggio privato
nulla
Superiologo
Superiologo


Registrato: 07/11/06 18:54
Messaggi: 122

MessaggioInviato: Dom 27 Luglio 2008 8:58:56    Oggetto: Il diluvio universale Rispondi citando

paguro ha scritto:
Quindi se nella nostra epoca ci trovassimo nella situazione in cui il sole si trova alla minima distanza dalla Terra in Estate, l'effetto serra e quindi il pericolo sglaciazione sarebbe ancor più accentuato?


Mi scuso se sono sparito, e di non aver controllato se ci fossero altre domande.
La risposta è affermativa: Se l'industrializzazione fosse venuta fra diecimila anni, la concomitanza effetto serra-posizione astronomica favorevole, avrebbe pressoché sicuramente causato una sglaciazione, perlomeno nell'emisfero nord. Si deve aggiungere, che senza l'invenzione dell'agricoltura diecimila anni fa, cosa che ha prodotto nei millenni un parziale effetto serra; adesso probabilmente avremmo avuto una glaciazione.

_________________
Nulla
Top
Profilo Invia messaggio privato
nulla
Superiologo
Superiologo


Registrato: 07/11/06 18:54
Messaggi: 122

MessaggioInviato: Dom 27 Luglio 2008 9:08:21    Oggetto: Rispondi citando

Pegaso ha scritto:

Comunque queste affermazioni sono solo delle ipotesi e quindi come tali a libera interpretazione(anzi facciamo juvepretazione che è meglio )
Io non mi preoccuperei troppo xche' credo che oggi abbiamo i mezzi e la testa x affrontare qualsiasi catastrofe planetaria (


Non concordo affatto: Non si tratta di libere interpretazioni, delle solite teorie strampalate, tirate fuori dal solito sconosciuto scienziato australiano per la gioia dei giornalisti pseudoscientifici.
No, è scienza pura, come l'affermare che il ferro ad una certa temperatura fonde.
Quanto ai mezzi, li avremmo per affrontare un rischio glaciazione (basterebbe ad esempio deviare verso sud i fiumi siberiani, aumentando quindi la salinità dell'oceano artico diminuendone così la coltre di ghiacci. Oppure, più futuristicamente degli specchi solari in orbita intorno alla terra.) Ma non avremmo mezzi per catturare l'anidride liberata nell'atmosfera.

_________________
Nulla
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sergio
Tuttologo Junior
Tuttologo Junior


Registrato: 21/10/08 15:20
Messaggi: 321

MessaggioInviato: Ven 10 Luglio 2009 7:30:39    Oggetto: catastrofi Rispondi citando

premetto che non sono uno scientifico
leggo, ragiono, faccio ricerche, tutto li, quindi potrei dire anche baggianate
e per questo mi scuso anticipatamente
secondo quello che mi è dato conoscere uno dei primi disasstri è stato causato da un asteroide il quale ha distrutto una parte della vita e credono sia quello che ha creato il golfo del mexico
l `era glaciale , l`inversione dei due poli il qualeha poi creato il polo nord e sudnaturalment facendo i suoi danni nelle zone colpite ecco il perchè dei ritrovamenti in zone che sono inspiegabili oggi la vita eche magari primaera possibile
il famoso diluvio universale che ha ricoperto tutte le zone basse della terra il fatto che si siano trovati fossili marini sul monte ararat la dice tutta
adsso secondo calcoli deisumeri, maya e non so chi il 21.12.2012 dovrebbe accadere un altro " problema " sulla terra
nostradamus, la bibbia, ne fa parola
dicono palle di fuoco che scenderanno dal cielo
ora solo ilsole puo provocare un disastro simile
che quest`anno ha iniziato a bollire è un fatto
in queladta deve essere al massimo e tutto è possibile persino a grosse esplosioni
vedremoquando sara il momento

un fatto sicuro è che il sole brucia dallo spazio lo strato di ozono e noi con la nostra polluzione co2 facciamoil resto dalla nostra parte

l`inquinamento è sempre esistito persimo mucche e cavalli fanno co2
il problema è la quantità
all`epoca la popolazione era molto inferiore oggi la massa corre verso la catastrofe
a mio vedere la terra puoospitare forse 3 o 4 miliardi di persone oggi siamo quasi 8 quindi tutto va piu veloce

sembra che tra marte e giove ci fosse statoun altro pianeta che si era disintegrato, se vero forse la terra è nata dali
dato che siamo la pattumiera chissà che no abbiamo ospitato tutto quelloche girava nello spaziofino a che non si formasse un pianeta a se
la terra era abitata da giganti, quellopuospiegare tante opere mastodontiche
si dice che 12 ppoli di altri pianeti ci abbiano nel corso di milioni d`anni visitato e lasciato il loro segnovitale
a noi ci è dato partire dalla civilizzazione sumera e da li la nascita delle svariate forme politiche che doposono diventate religioni

catastrofe piu o meno prenderemo se necessario quelloche arrivera
speriamo che non faccia male
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze umanistiche - Human Sciences
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001 - 2005 phpBB Group
Theme ACID v1.5 par HEDONISM
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 0.276